Disegnare la serenità

BIO
GRAFIA

Leila Benedicte Habiche (Francia, 1961), è scultrice e designer. Sposata, con due figlie, vive e lavora nel Principato di Monaco, ma ha anche un atelier nel cuore del distretto del design milanese.

Dopo una iniziale carriera di modella, la sua vita professionale e di ispirazione ha preso una nuova fase che la segue tuttora. Tra la fine degli anni ’80 e i primi anni ’90 riprende a coltivare la sua passione per la scultura, realizzando le sue prime opere, tra le quali “Amici Extraterrestri”, con cui nel 1993 si aggiudica il primo premio al concorso internazionale d’arte Grolla D’Oro di Venezia. Molte sono le opere e le iniziative che si susseguono nel tempo, sempre in stretta coerenza con i momenti della vita personale e esterna. Esse sono visibili in dettaglio in questo sito.

Nel 2005 si laurea in Naturopatia a Bruxelles, contemporaneamente studia Arte e Design e crea una scultura interattiva, la prima nel suo genere. Lo studio dell’opera di Victor Papanek la ispira in quanto tra i primi ad aver affrontato il tema del design sostenibile e sociale, divenendo suo ulteriore riferimento nell’intenso periodo di studio che, oggi, l’ha condotta a depositare diversi brevetti industriali. Dalla ricerca multidisciplinare applicata viene anche l’invenzione della poltrona multisensoriale Equanimity, presentata al pubblico in occasione della Design Week 2019 e che proprio ora sta iniziando la sua diffusione su ampia scala. In Leila Habiche convive un chiaro orientamento a disegnare immersa nella realtà e vita delle persone.

Leila Habiche è un’artista, una designer, ma soprattutto una persona che vive profondamente la realtà del suo tempo, lasciandosi costantemente ispirare da essa, ma anche proponendo soluzioni che in modo vero possano essere di sollievo e benessere per le persone. Questa energia quotidiana è la sua fonte ispirativa.